Torna a pagina principale

Per i genitori

PER I GENITORI DEI BAMBINI DI PRIMA COMUNIONE

 

Stimati genitori, mi auguro di trovarvi sereni e in buona salute! Vi porgo alcune riflessioni. L’ufficio pastorale della diocesi, in questa situazione particolare, propone di spostare la celebrazione dei vari sacramenti al prossimo autunno. Io penso che, essendo i vostri figli in quinta, ciò potrebbe far sorgere delle complicazioni, poiché frequenteranno già la prima media.

D’altra parte gli incontri di catechismo non si sa se saranno possibili e quando. Propongo a voi un impegno da persone responsabili, (sono certo che tutti collaborerete e se qualcuno non lo farà, diverrà un problema personale nei confronti di Dio e del proprio figlio/a), di supplire per questo tempo, recitando ogni giorno con loro un Padre nostro e un’ave Maria, con calma, devozione, ricordando la presenza del Signore e della Madonna che certamente sono presenti in mezzo a voi, vi ascoltano, v’incoraggiano !

Quest’impegno morale tra l’altro potrebbe offrire in futuro una testimonianza preziosissima per i vostri figli. Ricorderanno che papà e mamma pregavano con loro in preparazione all’incontro con Gesù, nella prima comunione. Ciò certamente avrà una risonanza maggiore che aver appreso nozioni o regali o cerimonie, bianco vestiti! E’ un patto che affido alla vostra responsabilità. Attendo da ciascuno un parere al riguardo ed eventualmente conferma dell’impegno. La data della prima comunione può essere confermata o modificata assieme a voi, in base alle disposizioni emanate in futuro dal governo. Il Signore ci aiuti a ripensare la nostra vita, i nostri affetti, le nostre relazioni, soprattutto l’impegno spirituale. Se sarà così anche questa impegnativa, sofferta, preoccupata situazione potrà essere trasformata in grazia.

Don Renato

Riflessione...

Stimati cristiani ed amici, mi auguro che nonostante tutto, siate sereni e carichi di speranza.

“Sei giorni sono per te il settimo è per me! Dice il Signore (Es. 20,8). Ora che il tempo è comunque a disposizione, vi invito ad unirvi alle varie celebrazioni eucaristiche televisive con serietà e partecipazione. Sarà una verifica per costatare se “non ho tempo – ho altri impegni” che generalmente accampiamo per trascurare l’incontro domenicale, corrisponde a verità o è una semplice scusante per la nostra pigrizia spirituale. Domani sarà un’occasione per riunire tutta la famiglia e partecipare alla preghiera eucaristica. Il Signore è serio non ha bisogno di regole o cerimonie per parlarci o ascoltarci e venire nel nostro cuore, procuriamo di essere altrettanto seri non seguendo la celebrazione o le varie preghiere continuando a fare le faccende, preparare il pranzo o rispondendo al telefono o… sediamoci, rilassiamoci e dedichiamo esclusivamente il tempo a quello che viene trasmesso. Vi ricordo che alle ore 10 suonerà la nostra campana per indicare che nella chiesa io e don Rialdo celebriamo l’eucarestia per tutta la comunità. Unitevi spiritualmente!

La Madonna, san Martino siano i nostri protettori. Un caro saluto

don Renato

Quaresima 2020

 

Per te che leggi!

 

Auguri di buona salute, serenità e pazienza a tutti voi e ai vostri famigliari!

Alcune riflessioni tra i tanti messaggi, video e chat che in continuazione, v’inviate e ci inviano…

 

* Trasformiamo in grazia, riflessione, maturazione personale questa emergenza.

  

* Volere è potere! Questa situazione lo insegna. Peccato che non sia frutto di una conquista

personale, ma di un’imposizione altrui. Probabilmente terminata l’eccezionalità, tutto tornerà come 

prima!

 

* Dare spazio al Signore una volta alla settimana e qualche tempo durante il giorno “è possibile” sia per

noi adulti, indaffarati in mille occupazioni, che per gli anziani, i giovani ed i bambini…  Compiti,

allenamenti, compleanni (sto pensando soprattutto ai bambini), o passeggiate, camminate, hobby…

si possono fare senza mettere in secondo piano o addirittura trascurare il Signore e la vita spirituale.

 

Quest’emergenza ci fa capire che, se si vuole, si possono armonizzare i diversi impegni. 

“Oportet unum facere ed aliud non omittere” Saggia massima! “Tra due cose importanti è necessario,

fondamentale assolvere l’una senza trascurare (omettere) l’altra”.

 

* Tra gli svariati e variopinti consigli che riceviamo in continuazione per impegnare le

giornate chiusi in casa quali letture, ginnastica, pulizie per Pasqua, preparazione di sughi,

minestre… vi suggerisco anch’io uno: approfittate per leggere il libro “Signore dove abiti?” sarà

un arricchimento culturale e, spero spirituale, da condividere poi insieme.

 

* Domenica, alle ore 10, suonerà la campana per indicare che io e don Rialdo siamo in

chiesa dove celebrerò l’eucarestia in unione spirituale con tutti voi.

 

*Se quest’esperienza traumatica, dolorosa, non voluta ci farà diventare più saggi, ben disposti,

ridimensionati, aperti alla collaborazione, se ci riposizionerà nella giusta e originale collocazione nel

piano di Dio: figli ma non Padri, geniali ma non perfetti, preziosi ma non indispensabili, consci della

propria dignità e grandezza ma non onnipotenti… il Covid-19 pur avendo mietuto vittime, seminato pianti

e paure, crisi di ogni genere, se ne dovrà andare con la coda tra le gambe perché noi alla fine saremo

diventati più forti, maturi, irrobustiti sia moralmente sia umanamente.

 

Con affetto.

don Renato

 

 

 

 

 

Festa del Patrono

LUNEDI' 11 NOVEMBRE

 

FESTA DEL PATRONO SAN MARTINO

 

ORE 20.30 CELEBRAZIONE DELL'EUCARESTIA

ORE 20.45 PROCESIONE CON LA STATUA IN VIA DANTE

ORE 21.30 CASTAGNATA NEL CORTILE DELLA PARROCCHIA

Preghiere per tutti...

Grazie, Signore, per questi fratelli che sono accanto a me, perché insieme abbiamo l’occasione di lodarti, di ringraziarti, di intercedere, per noi e per tutti…

 

Grazie, Signore, per le tante realtà belle che sono nel mondo: le famiglie, gli amici, le persone disponibili, altruiste, e per tutti quelli che vivono veramente il tuo vangelo…

 

Grazie, Signore, per la nostra parrocchia, grazie per tutte le realtà associative, grazie per le tante iniziative in favore dei bambini, dei malati, degli anziani, dei poveri…

 

Signore, trattieni le persone che hanno sempre fretta, che vogliono raggiungere subito tutti e tutto, si sentono indispensabili, ma non sanno trovare il tempo per riunirsi nella preghiera, nell’eucarestia…

 

Grazie, Signore, per la forza che dai a tante persone per affrontare con coraggio le difficoltà della vita…

 

Grazie, Signore, perché sostieni i sacerdoti e le persone consacrate nel servizio generoso, totale e disinteressato alla Chiesa e ai fratelli, aumenta la loro presenza e fa che noi li sosteniamo, li incoraggiamo, li aiutiamo…

 

Signore, per amore di tuo Figlio che si trova in mezzo a noi, perdona e illumina, coloro che fanno del male pensando di trovare soddisfazioni o di risolvere così i loro problemi…

 

Maria, pensaci tu! Donaci un po’ della tua affabilità, tenerezza, sensibilità, disponibilità a “stare” con tuo Figlio…

 

Maria, tu non hai fatto niente di eccezionale, hai vissuto nel nascondimento, eppure dopo secoli si parla ancora di te, aiuta noi che nonostante la nostra frenesia, l’illusione di onnipotenza, tre giorni dopo morti saremo dimenticati, ad acquisire la tua visione del mondo, delle cose, dello spirito.

Grazie…

 

*****

 

Grazie, Signore, per tutto il bene che ci vuoi e che non perdi mai l’occasione per dimostrarcelo…

 

Grazie per la natura che con i suoi frutti ci alimenta e ci sostiene e che con la bellezza e la maestà delle sue opere ci rasserena, ci incanta, ci distende e ci rinnova…

 

Grazie per la famiglia umana, le nostre famiglie, la mia famiglia specchio del tuo amore, della tua premura, del tuo rispetto, della tua presenza…

 

Grazie per averci inviato lo Spirito che ci sostiene, ci sgrezza, ci rende aperti alla collaborazione, alla misericordia…

 

Grazie perché non ci abbandoni né ci punisci a causa delle nostre mancanze, come pure delle malvagità di tanti…

 

Grazie, Signore, perché la forza del tuo Spirito, allontana da noi la tristezza, la delusione, la voglia di rinunciare…

 

Grazie, Signore, per i tanti germogli di bontà che ci sono nel mondo, nella nostra parrocchia e, alle volte, pure in noi stessi…

 

Ricordati, Signore, in modo particolare di quelli che ci hanno fatto del bene, di quelli che ci hanno trasmesso la tua Parola, il tuo vangelo e ciò di cui oggi in gran parte godiamo…

 

Signore, con l’aiuto del tuo Spirito, desidero essere nella mia parrocchia un tuo testimone, un tuo collaboratore! Abbi pazienza, misericordia, se non sempre ci riesco o alle volte mi dimentico…

 

Signore, sii vicino a tutti quelli che ti stanno “snobbando”, giovani, adulti e anziani: dimenticano o non sanno che tu li ami ugualmente…

 

A te Maria, ci affidiamo e affidiamo tutti i “distratti”…

 

*****

 

Grazie, Signore, perché anche oggi sono qui a ringraziarti a nome di tutti…

Grazie perché tu sei tanto buono, misericordioso e paziente…

Grazie perché continui a voler bene a tutti, anche a coloro che non pensano mai a Te e fanno del male a se stessi ed agli altri…

Grazie per i nostri bambini, adolescenti, giovani, adulti e anziani…

Grazie per la forza, il coraggio che infondi nei cristiani perseguitati, torturati uccisi… sono uno schiaffo morale per noi, spesso paurosi, sempre occupati, timorosi di dar troppo…

Grazie per questo tempo prezioso che ci offri, aiutaci a sfruttarlo…

Grazie per la nostra Comunità parrocchiale…

Perdona i tiepidi, distratti, pigri, superficiali nei tuoi confronti ed in quello degli altri…

Perdona chi fa tanto del male in famiglia, tra le persone care, ai piccoli, agli anziani…

Perdona chi non sa apprezzare la vita e la mette in pericolo, la sciupa nel vizio, nella droga, nel piacere…

Perdona chi semina zizzania, sfiducia, sconforto, malcontento, negatività, invidia, gelosia…

Perdona i tuoi Ministri, le persone consacrate a te…

Perdonaci perché non ricambiamo il tuo amore...

 

******

Illumina, Signore, quelli che non stanno prendendo sul serio il battesimo ricevuto…

 

Illumina, Signore, quelli che non sanno trovare un po’ di spazio per te…

 

Ravviva, Signore, la nostra comunità. Fà che non si disperda in tante attività, smarrendo la strada maestra per tanti sentieri che dividono, portando sempre più lontano…

 

Signore, aiuta il “Piccolo Resto” a comprendere il grande compito che Tu gli stai affidando: traghettare a chi verrà dopo, l’entusiasmo della fede…

 

Signore, fa capire a quelle persone che pensano di venire a te per proprio conto, che questa non è la tua strada…

 

Signore, illumina le menti di chi pensa il bene con fare distorto, sbagliato, violento…

 

Signore, tocca il cuore di tutti coloro che nei modi più impensati, vicini e lontani, fanno soffrire…

 

Maria, aiutaci ad attendere tuo Figlio come l’hai aspettato tu…

 

Maria, portaci con mano, alle Riconciliazione con tuo Figlio in occasione del Natale…

 

 

*******

 

Grazie Signore, perché mi stai guardando, mi pensi, mi ami e hai tanta pazienza con me, la mia famiglia, i miei amici…

 

Grazie Signore perché non ci abbandoni a noi stessi, alle nostre cattiverie, gelosie, rancori. Il tuo sorriso c’incoraggia e ci sprona a cambiare, migliorare…

 

Grazie Signore, perché non temi che ci offendiamo, che ti abbandoniamo, preferendo altri idoli più accomodanti, quando sapientemente ci rimproveri, ci fai notare che non siamo sul sentiero giusto…

 

Signore, vorrei portati qui attorno all’altare tutte le persone della mia comunità, credenti e non credenti, buone e cattive, felici e angustiate, sane ed ammalate come pure l’umanità intera!

Tu che sai tutto, suggerisci a ciascuno una parola di bontà, impegno, tolleranza, perdono…

 

Signore, un pensiero per i tanti giovani, io non conosco quasi nessuno, essi sono l’avvenire, la nostra speranza. Non serve che ti suggerisca soluzioni. Tu sai bene cosa fare, sappi soltanto che anch’io li porto nel cuore…

 

Signore, aumenta in me e in quelli che sono qui attorno a me, la fede, la fiducia, la speranza e la carità virtù che zampillano in ogni eucarestia che celebriamo…

 

Grazie Signore, per i nostri defunti, con il tuo aiuto, hanno saputo far cose che noi riteniamo impossibili perché per noi sarebbero troppo impegnative, conservali alla tua presenza…

 

Signore, ora me ne torno alle mie faccende, vieni con me, accompagnami, stammi vicino. Fa che possa tornare quanto prima,  ricco di doni, di risultati positivi…

 

Signore, fa che sia comunque una settimana serena impegnata, in cui io ti possa dimostrare che ti voglio bene, che ti sono vicino. Maria, sappi che ti porto sempre nel cuore. Grazie…

 

Grazie, Signore, perché anche oggi sono qui a lodarti assieme ai miei fratelli…

 

Grazie, Signore, per la famiglia che mi aiuta, nel bene e nel male, nei momenti difficili e sereni, che mi sprona ed alle volte mi intralcia a realizzare al meglio la mia esistenza incamminata verso di te…

 

Grazie, Signore, per la mia comunità parrocchiale, mistero della tua presenza, aiutami a contribuire a renderla sempre più come tu la stai sognando…

 

Grazie, Signore, per i cristiani indifferenti, brontoloni, pronti alla critica, che non collaborano se non quando hanno bisogno, col loro comportamento mi aiutano a perfezionare la mia fede e la mia fiducia in Te, sono per me una palestra di fedeltà e tenacia…

 

Signore, Tu conosci a fondo la realtà di ogni persona, sii presente prima di tutto in mezzo a chi ha più bisogno di me…

 

Maria, aiutaci e ricordaci il senso vero della nostra esistenza: arrivare presso di Te e, con i nostri fratelli, contemplare il volto di tuo Figlio, nostro Signore…

 

Maria, sii accanto a noi soprattutto nei momenti difficili della nostra vita. Fa che sappiamo pronunciare come Tu il nostro fiducioso alla volontà di Dio…

 

Maria, aiutaci a perdonare, a pazientare, ad essere misericordiosi verso chi sbaglia, chi si crede al sicuro, chi non pensa quasi mai al tuo Figlio, allo spirito, al trascendente…

 

Maria, sotto la tua protezione siamo tranquilli, pensaci, senza distogliere il tuo sguardo dall’umanità intera. Grazie…

 

*******

 

Grazie, Signore, per la comunità che mi accoglie, forse con indifferenza, ma certamente non mi è ostile non mi emargina…

 

Grazie, Signore, per la famiglia, in cui sono innestato come un fiore nella serra, concedici che insieme percorriamo serenamente e con impegno la realtà di ogni giorno…

 

Grazie, Signore, per le proposte, le provocazioni, le circostanze che mi sollecitano continuamente a migliorare il mio carattere, la mia formazione, il mio ruolo di compagno di viaggio…

 

Signore, aiutami a essere più umile, a non offendermi, risentirmi per ogni osservazione che mi fanno. Aiutami a comprendere che anch’io ho ancora tante cose da imparare, tanti buoni esempi da imitare. Aiutami a riconoscere, apprezzare, ringraziare eincoraggiare, chi fa meglio di me…

 

Signore, fa che non sia un peso morto nella comunità, che solo guarda, prende quello che gli interessa, partecipa quando ha tempo, aiutami a essere propositivo, incoraggiante, fiducioso, sereno, orgoglioso della mia comunità…

 

Signore, ora sto guardando quelli che sono qui con me attorno all’altare. Tu conosci i loro problemi, difficoltà, gioie, delusioni, speranze, non lasciarli soli, sii loro accanto…

 

Signore, i bambini, i giovani hanno ripreso l’anno scolastico, fa che aiutati dai maestri, dai professori, dai genitori si preparino ad affrontare la vita con impegno nelle realtà materiali, ma possano incontrare anche chi li indirizza a Te, alle cose spirituali, ai veri valori della vita…

 

Maria, tu hai certamente tante cose da suggerirci, impegni semplici e profondi da proporci. Spesso noi non ti ascoltiamo perché ti soffochiamo con le nostre richieste, i nostri desideri. Aiutaci a tacere, ascoltare, intuire…

 

Maria, dammi una mano, voglio essere anch’io tra i dodici che hanno seguito e collaborato con Gesù…

 

*****

 

Signore, m’hai dato la fortuna di vivere in una famiglia, circondato da persone care che mi vogliono bene e a cui io voglio bene. Non sempre però le cose sono così semplici e vanno nella direzione che ognuno desidererebbe, aiutami ad avere pazienza, fiducia e tanta misericordia…

 

Signore, spesso vorrei vivere da solo, isolato, in solitudine dove tutto si svolge secondo i miei desideri, le mie preferenze, le mie soddisfazioni. So che questo non è possibile, aiutami ad accettare gli altri, con i loro gusti, i loro pensieri, le loro stranezze…

 

Signore, ti ringrazio perché non solo ci indichi la strada, ma ci dai i mezzi adatti per percorrerla: i sacramenti, la preghiera, la parola, la testimonianza di chi è meglio di me…

 

Signore, ti ringrazio perché ti servi anche di me per parlare, incontrare, suggerire, comunicare il tuo affetto. Mi rammarico però perché alle volte, o spesso, ho avuto un illusorio pudore, un ingenuo rispetto e sono rimasto muto sia con i miei cari che con gli amici…

 

Grazie, Signore, per quest’anno liturgico che volge al termine, grazie per tutte le occasioni preziose che ho saputo cogliere. Perdona la mia distrazione e sbadataggine per non aver sempre avvertito il tuo passaggio, la tua proposta…

 

Grazie, Signore, per gl’intoppi, le cadute, le delusioni mi sono servite per maturare, temprare il carattere, imparare che ho ancora bisogno degli altri…

 

Signore, sii misericordioso verso tutti i defunti. A loro modo, bene o male, hanno cercato di trasmetterci valori, insegnamenti, testimonianze. Per coloro che non l’hanno fatto o l’hanno fatto male chiudi un occhio… son pur sempre nostri fratelli e figli tuoi…

 

Maria, presenta il nostro grazie al Padre, al Figlio, allo Spirito e  a tutti i santi che fanno corona con te in cielo. Grazie…

 

******

 

Grazie, Signore.

Tanti sono stati i tuoi benefici, che non so neppure da dove incominciare!

Grazie, Signore, per la famiglia, per i miei cari, per le persone che mi vogliono bene…

Grazie, Signore, per il Paese in cui vivo che mi offre la possibilità di condurre una vita dignitosa…

Grazie, Signore, per le tante realtà positive che la società - rispetto a tante altre -  mette a mia disposizione: una casa, il cibo, le medicine, lo svago…

Grazie, Signore, per la presenza della chiesa, del campanile, della parrocchia che mi ricordano il mio vero destino, il porto sicuro, la meta finale e che mi danno la possibilità di essere aiutato e di aiutare…

Grazie, Signore, per i talenti, le capacità personali, l’intelligenza, la volontà…

Grazie, Signore, perché attraverso la tua Parola, i sacramenti, i sacerdoti, le persone di fede, i fatti della vita, mi aiuti a maturare, a crescere moralmente, in dignità, in consapevolezza di cosa significhi essere un vero uomo, essere un vero cristiano…

Grazie, Signore, del bene che riesco a fare, del buon esempio che, alle volte, è di aiuto anche agli altri, ai più deboli, ai meno fortunati…

<pGrazie, Signore, per le avversità, le sberle della vita, le lacrime versate esse mi aiutano, sono una palestra per saggiare la mia profondità interiore, per verificare se ho costruito sulla roccia…

Grazie, Signore, perché mi metti in guardia dal seguire l’andazzo, la moda, le idee più o meno balzane che la società mi propone…

Grazie, Signore, perché mi dai la possibilità di esercitare la vera libertà, di vivere momenti di pace interiore, serenità profonda, speranza…

Grazie, Signore, perché mi aiuti e mi solleciti a pensare, ragionare, riflettere, ascoltare per decidere consapevolmente…

Grazie, Signore, perché hai con Te le persone che ci hanno preceduti e grazie perché hai preparato un posto, quando sarà ora, anche per me…

Grazie, Signore, per il momento storico e per la Comunità in cui vivo…

Grazie, Signore, per tutto e per tutti e per chi non Ti ringrazia mai!

 

Pagina 2 di 26

Vai all'inizio della pagina