Torna a pagina principale

avvente 2018

AVVENTO- 2018

 

TEMPO DI ATTESA…

… TEMPO DI PREPARAZIONE

 

Regem venturum Dominum, venite adoremus.

Sta per venire il Signore, venite ad adorarlo.

Questo è il clima spirituale che avvolge tutto l’Avvento:

sta per venire il Signore, prepariamoci!

 

Tre sono le piste che ogni buon cristiano, serio e coscienzioso, cerca di seguire in questo tempo particolare per essere pronto e gioioso ad accogliere l’Emmanuele.

 

1. Impegno personale. Maggiore spazio dato alla preghiera, alla riflessione, alla partecipazione all’eucarestia feriale…

2. Impegno famigliare. Volontà di coinvolgere la famiglia in questo percorso, seppur con gesti semplici, riflessioni appropriate, proposte di partecipazione…

3. Impegno comunitario. Presenza fedele all’incontro eucaristico delle quattro domeniche. Partecipazione all’eucarestia del giovedì, alle ore 20.30.

Riconciliazione comunitaria, di giovedì 20, alle ore 20.30.

 

Grazie Signore, che vieni e ti servi anche di me per comunicare questo lieto annuncio ai fratelli !

Tre sono i personaggi biblici che ci offriranno spunti per la riflessione:

 

ISAIA

 

Un germoglio spunterà dal tronco di Iesse,

un virgulto germoglierà dalle sue radici.

Su di lui si poserà lo spirito del Signore,

spirito di sapienza e d'intelligenza,

spirito di consiglio e di fortezza,

spirito di conoscenza e di timore del Signore.

Si compiacerà del timore del Signore.

Non giudicherà secondo le apparenze

e non prenderà decisioni per sentito dire; 

ma giudicherà con giustizia i miseri

e prenderà decisioni eque per gli umili della terra.

Percuoterà il violento con la verga della sua bocca,

con il soffio delle sue labbra ucciderà l'empio. 

La giustizia sarà fascia dei suoi lombi

e la fedeltà cintura dei suoi fianchi. 

Il lupo dimorerà insieme con l'agnello;

il leopardo si sdraierà accanto al capretto;

il vitello e il leoncello pascoleranno insieme

e un piccolo fanciullo li guiderà.

La mucca e l'orsa pascoleranno insieme; i loro piccoli si sdraieranno insieme.

Il leone si ciberà di paglia, come il bue. 

Il lattante si trastullerà sulla buca della vipera;

il bambino metterà la mano nel covo del serpente velenoso. 

Non agiranno più iniquamente né saccheggeranno

in tutto il mio santo monte,

perché la conoscenza del Signore riempirà la terra

come le acque ricoprono il mare. Is. 11,1-9

 

 

GIOVANNI BATTISTA

 

Giovanni andò a vivere nel deserto, conducendo una vita di penitenza e di preghiera, secondo la tradizione ebraica del voto di nazireato:

"Giovanni portava un vestito di peli di cammello e una cintura di pelle attorno ai fianchi;

il suo cibo erano locuste e miele selvatico" Mc. 1,6.

Nei Vangeli è definito

"voce di uno che grida nel deserto, come è scritto nel profeta Isaia:

Ecco, io mando il mio messaggero davanti a te, egli ti preparerà la strada.

Voce di uno che grida nel deserto: preparate la strada del Signore, raddrizzate i suoi sentieri";

o nelle profezie di Malachia

"Ecco, io manderò un mio messaggero a preparare la via davanti a me e subito entrerà nel suo

tempio il Signore, che voi cercate; l'angelo dell'alleanza, che voi sospirate, ecco viene, dice il Signore

degli eserciti."…

 

MARIA

 

Al sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, 2

7a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 

Entrando da lei, disse: «Rallégrati, piena di grazia: il Signore è con te». 

A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. 30L'angelo le disse:

«Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio.

31Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù.

32Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell'Altissimo;

il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre

33e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».

34Allora Maria disse all'angelo:

«Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?».

35Le rispose l'angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell'Altissimo ti coprirà con la sua ombra.

Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio.

36Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch'essa un figlio

e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile:

37nulla è impossibile a Dio».

38Allora Maria disse:

«Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola».

E l'angelo si allontanò da lei. Lc. 1,26-38

 

Maria, accompagnami tu e fà che non sprechi questo tempo prezioso dell’Avvento.

A Natale sarò uno dei pastori che, stupito ed ammirato, adorerà con te il Bambino,

venuto per aiutarci!

Vai all'inizio della pagina