Torna a pagina principale

IMAGE STUDIO DEL VANGELO
             PER COLORO CHE  AMANO   CONOSCERE – APPROFONDIRE – DISCUTERE   IL TESTO DEL VANGELO     OGNI LUNEDI’ - ORE 20.30... Read More... (Leggi Tutto)
Preghiamo con i Santi
    FESTA DI TUTTI I SANTI   Orario delle celebrazioni:   10.00   santa messa 15.00   celebrazione al cimitero 20.30   recita del sento... Read More... (Leggi Tutto)
IMAGE E' INIZIATO IL PERCORSO
E' INIZIATO IL PERCORSO    Sono gli incontri per i bambini ed i ragazzi delle medie    Sabato: 15.00 - 16.30   e l'Animazione per elementari,... Read More... (Leggi Tutto)
Catechesi 2016-2017
PARROCCHIA DI SAN... Read More... (Leggi Tutto)
Convocazione domenicale
 Ogni domenica il Signore ti convoca al banchetto, insieme ai tuoi fratelli, non lasciare vuoto il tuo posto!           Read More... (Leggi Tutto)

A CESARE QUEL CHE E’ DI CESARE

                            A DIO QUELLO CHE E’ DI DIO

 

 

Leggi tutto: A CESARE E A DIO

ALLELUJA, ALLELUJA, ALLELUJA…

 

Grazie, Signore, perchè sei sempre a disposizione di chi ha fame di Te!

 

Leggi tutto: LA COMUNIONE

 Come restare indifferenti ad un simile sguardo?

 

Leggi tutto: Ogni sera con Maria

 

Come Maria e gli apostoli,

sostiamo in preghiera, nell'attesa

dello Spirito Santo

Leggi tutto: PENTECOSTE

   

BENEDIZIONE DELLE CASE ? DELLE FAMIGLIE ?

CHI E' IL MINISTRO ?

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa c’è di più nuovo nella benedizione della famiglia in occasione della Pasqua? Niente e tutto.

Niente se è un religioso (sacerdote, diacono, suora, frate…), tutto se invece a benedire è un componente della famiglia (generalmente il padre o la madre).

Sembra soltanto un fatto di costume, una moda, una mancanza di personale religioso, un…

Per me è un gesto rivoluzionario, un appropriarsi del proprio ruolo di credente all’interno della famiglia.

Un tempo, forse sarebbe stato più facile ed immediata la comprensione della figura del padre, il quale incarnava il ruolo di sostegno, difesa, sicurezza umana, che non avrebbe potuto limitarsi soltanto all’umano bensì abbracciare pure la sfera spirituale divenendo guida, esempio, mediatore dell’aspetto religioso all’interno della famiglia, chiamata anche piccola chiesa o chiesa domestica.

Oggi è più complicato perché i ruoli si sono un po’ confusi, certamente, soprattutto per gli adulti, perlomeno equiparati, ma il problema non cambia.

Generalmente, salvo lodevoli esempi, per noi cristiani quest’argomento è lontano mille miglia dai nostri pensieri. Siamo sinceri, il padre sarebbe un po’ imbranato, per non usare il verbo “si vergognerebbe” nel rivestire il ruolo di guida spirituale, ma pure la madre possiamo dire abbia in questi ultimi tempi recuperato in fretta la parità in questo campo.

E’ pensiero comune che sia compito di altri, di persone più esperte, di persone deputate a questo, l’aspetto religioso. Così, se non proprio la fede, certamente la religione, è vissuta come fatto privato, spesso relegata agli scampoli di tempo disponibili, se poi questi ci sono!

Riscoprire la centralità della famiglia e dei rispettivi ruoli, anche spirituali, è una sfida che la società contemporanea ci richiede.

Le giovani leve dovrebbero imparare dal racconto e dalla vita vissuta dei propri genitori ciò che riguarda la fede in Gesù Cristo, il suo messaggio e la morale che ne consegue e, fino ad una certa età, vivere nell’emulazione di essi.

Se la trasmissione sarà seria, convinta, matura, coerente quando l’adolescenza esploderà con tutti gli interrogativi, le contestazioni avranno a disposizione un bagaglio sodo e motivato per illuminare le loro libere scelte future. Cosa succederà altrimenti? La risposta più o meno è sotto gli occhi di tutti.

La riflessione come sempre e complessa e richiederebbe maggior spazio. Partiamo da un semplice gesto che può diventare l’inizio di qualcosa di più importante.

 

DOMENICA IN ALBIS

(seconda domenica di Pasqua),

nella chiesa, ci sono a disposizione delle ampolline con acqua benedetta, da portare a casa e da usare, quando la famiglia è tutta riunita, per una semplice preghiera ed invocazione dello Spirito perché, attraverso il segno dell’acqua, benedica e sostenga, con la sua presenza, tutta la famiglia!

 Quali le formule da usare?

Quelle suggerite dal cuore e dettate dall’amore!!!

Con affetto. don Renato

 

    Cristo è veramente risorto. Alleluja!       

AUGURI A TUTTI I COMPAESANI VICINI E LONTANI

AUGURI A TUTTI GLI ANZIANI - AMMALATI - SOFFERENTI

AUGURI A TUTTI I LONTANI DA CASA - DALLA FAMIGLIA - DALLA PATRIA

AUGURI ALLE PERSONE IN ANSIA - PREOCCUPATE - SFIDUCIATE

AUGURI A QUELLI CHE HANNO TUTTO MA NON SANNO ESSERE CONTENTI

AUGURI A CHI HA IL DONO DELLA FEDE

AUGURI A CHI NON TEME DI PERDERE IL SUO TEMPO COLLABORANDO CON GLI ALTRI

AUGURI A CHI SA DONARE SERENITA' - ENTUSIASMO - GIOIA DI VIVERE

AUGURI A CHI CREDE CHE PERDONARE SIA UN ATTO DI CORAGGIO

AUGURI A CHI E' CAPACE DI COLLABORARE ANCHE SE SONO TANTE LE IDEE CHE DIVIDONO

AUGURI A CHI HA SPERANZA NEL FUTURO DONANDO CON AFFETTO UNA FAMIGLIA E DEI FIGLI

AUGURI A CHI NON RIUSCIAMO A SOPPORTARE: SONO ANCH'ESSI FRATELLI - COMPAESANI

AUGURI A CHI ABBIAMO DIMENTICATO DI ELENCARE !

 

BUONA PASQUA

Pagina 18 di 29

Vai all'inizio della pagina