Torna a pagina principale

UNZIONE DEGLI INFERMI

PREGHIERA E UNZIONE DEI MALATI

 

13 Chi tra voi è nel dolore, preghi; chi è nella gioia, canti inni di lode. 14Chi è malato, chiami presso di sé i presbìteri della Chiesa ed essi preghino su di lui, ungendolo con olio nel nome del Signore. 15E la preghiera fatta con fede salverà il malato: il Signore lo solleverà e, se ha commesso peccati, gli saranno perdonati. 16Confessate perciò i vostri peccati gli uni agli altri e pregate gli uni per gli altri per essere guariti. Molto potente è la preghiera fervorosa del giusto. 17Elia era un uomo come noi: pregò intensamente che non piovesse, e non piovve sulla terra per tre anni e sei mesi. 18Poi pregò di nuovo e il cielo diede la pioggia e la terra produsse il suo frutto”.  Cap. 5,13-16.

Leggi tutto: UNZIONE DEGLI INFERMI

Carissimi Collaboratori

Stimatissimi Collaboratori.

La festa della Pentecoste è la nostra festa prima di tutto perché è all’origine della Chiesa, di cui noi facciamo parte ed in secondo luogo perché è con la forza, l’illuminazione dello Spirito Santo che noi riusciamo ad elevare il nostro impegno dalle cose materiali, pur sempre necessarie e gradite, a quelle spirituali in una collaborazione che trova fondamento ed alimento nella preghiera, nella partecipazione ai sacramenti e nel travaso delle esperienze di fede.

Leggi tutto: Carissimi Collaboratori

Carissimi Cresimati

Carissimi Cresimati, in occasione della solennità della Pentecoste, vi invito a rinnovare l’impegno che, con entusiasmo, avete assento il giorno della Confermazione.

Leggi tutto: Carissimi Cresimati

Non fatevi rubare la speranza

“NON FATEVI RUBARE LA SPERANZA"

 

Con queste belle parole di Francesco, papa, che potrebbero diventare un programma ed uno slogan per tutti, mi rivolgo a voi in occasione della Settimana Santa. 

Leggi tutto: Non fatevi rubare la speranza

Pagina 21 di 23

Vai all'inizio della pagina